UNA GITA A SALERNO : non solo luminarie

img personale


Chi viaggia il primo dell’anno viaggia tutto l’anno... me lo auguro. 

Noi abbiamo voluto iniziare cosi il nuovo anno con una gita a Salerno. 

Siamo partiti in treno (Italo o Trenitalia prevedono la tratta Roma-Salerno, noi abbiamo utilizzato entrambi basandoci sulle offerte del momento, la tratta è di circa 3 ore che passano comunque abbastanza velocemente) e ci siamo goduti un po la citta aspettando poi la sera ( alle 1640 accendono le luci) per ammirare le famose luminarie . 
Ogni anno un tema diverso ... quest’anno il giardino della casa Comunale trasformato in un giardino di animali : giraffe, aquile, cigni, scimmie etc ... qualche anno fa un giardino incantato con tazze giganti stile cappellaio matto e carrozza di Cenerentola . 

Abbiamo iniziato la visita della citta’ percorrendo la via principale che dalla stazione ferroviaria ti porta in 5 min al centro e nella via dello shopping proseguendo in salita verso il Duomo.

Presso la stazione centrale trovate un info point della città che fornisce anche una mappa delle luminarie che sono distribuite nelle varie parti di Salerno e arrivano fino al parcheggio delle autovetture, che viene consigliato per chi vuole visitare la città in macchina in occasione delle luminarie. Nella stazione era presente un grande stella cometa per dare il benvenuto a tutti i visitatori.

Il Duomo è molto imponente con un ampio atrio, il suo accesso e’ gratuito ma osserva chiusura dalle 13 alle 16 e durante le liturgie non sono accessibili alcune parti riservate alla celebrazione.

img personale

 All’interno poi si scende una scala e si accede alla cripta ( un euro per adulto ) molto caratteristica con dei soffitti affrescati di notevole bellezza. 

Una volta usciti si prosegue arrivando al museo diocesiano dove in occasione delle festivita natalizie avevano preparato delle sculture di sabbia per un presepe moderno e alternativo trattando vari argomenti tra cui natura, personaggi attuali (Trump, il Papa etc....) si poteva pagare il biglietto per visitare il museo ma noi abbiamo visitato solo l'ingresso dove erano esposte le "opere" di sabbia pagando 1 euro per i bambini e 2 euro per gli adulti ( su instagram anche le mie foto #presepedisabbia17) .

img personale

 
 Poi siamo andati ad ammirare il lungomare e ci siamo goduti un bel pranzo in un ristorante li vicino che consiglio per l’ottimo servizio e ottimo pesce - l’Incontro - . Cucina a vista, il simpatico menu scritto su una lavagna grande simile a quelle della scuola con una brava cameriera che illustrava sapientemente i piatti. Naturalmente vengono incontro anche alle esigenze più semplici per un menu dei bambini. Ottimi i paccheri al sugo con totano e le polpette di pescespada, apprezzate molto anche dalla gemella di solito di gusti difficili.

Con i bambini non poteva mancare poi un giro sulla ruota panoramica allestita per l'occasione delle feste natalizie, la gemella per grandezza si trova a Parigi mi hanno detto. L'accesso non è  proprio economico 7 euro bambini e 9 adulti, e lo sconto famiglia pubblicizzato sul alcuni articoli legati alle luminarie di Salerno non era previsto....
Abbiamo poi deciso di fermarci in un bar con tavolini all'aperto per goderci qualche dolce tipico e poi finalmente si sono accese le luminarie . 

Per ammirare le luminarie consiglio di partire  dalla via principale che ti porta al maestoso Albero di Natale tutto illuminato, si prosegue poi per una passeggiata nei vicoli caratteristici e si incontrano delle installazioni particolari come il cielo stellato per poi arrivare al giardino incantato dove si potevano ammirare tanti tipi di animali  ... tornando sui propri passi nella piazza vicino all'albero di Natale abbiamo ammirato un altra meraviglia : il mare di Poesidone, un superbo cielo stellato.

 
img personale

 La nosta visita giornaliera ci ha molto soddisfatto per i monumenti che abbiamo visitato per l’ottimo pesce che abbiamo mangiato e per le stupende luminarie che abbiamo ammirato . Una visita che consiglio a tutti sopratutto a famiglie con bambini. Magari chissà ripeteremo il prossimo anno oppure in estate con il desiderio di ammirare il lungomare di Salerno, mangiare ancora dell'ottimo pesce, perdersi nei vicoli e ammirare il castello Arechi purtroppo chiuso nell'occasione della nostra visita

img personale

Commenti

COMMENTI SUL BLOG

Commentando nel sito autorizzi GOOGLE e terze parti a processare i loro servizi in relazione ai commenti sul blog (leggi la Cookie Policy per i dettagli)