EXPLORA: notte dei ricercatori 2016

Siamo tornati ad Explora in occasione delle notte dei ricercatori 2016.
Questo museo per i bambini lo abbiamo visitato diverse volte, abbiamo sempre trovato nuovi stimoli ma anche vecchie ma sempre interessanti attività come il supermercato dei bambini...mia figlia appena entrata è andata subito da quella parte, doveva fare la spesa e nel suo piccolo cestino ha cercato di infilare una forma di formaggio più grande di Lei e un gamba di prosciutto gigantesco.... :P

Questo museo vuole stimolare la mente dei bambini attraverso il gioco ludico, la scoperta dei materiali e delle funzioni di apparecchiature normalmente usate nella vita quotidiana o comunque che si possono trovare facilmente, ci sono poi vari laboratori che ogni mese cambiano tema come quello legato agli esperimenti scientifici oppure agli esperimenti di cucina e tanti altri.

Noi abbiamo approfittato dell'entrata gratuita organizzata in occasione della Notte dei ricercatori a cui partecipiamo da circa 3 anni, nel blog potete leggere gli altri post delle passate esperienze.
Explora è un museo per bambini, è un museo tattile, è un museo che porta i bambini a sperimentare le loro conoscenze e varie capacità .

Gli ambienti più famosi rimangono fissi con il passare del tempo tipo la parte che riproduce un autentico supermercato con il banco frigo, il cestino per la spesa, il banco verdure, salumi e formaggi e la cassa dove bisogna andare dopo aver fatto la spesa che passa tutta la merce con il lettore.

Poi trovate anche l'orto dove si possono cogliere le verdure di plastica direttamente dal terreno spugnoso... poi c'è la parte della esperienza tattile, vari materiali che vanno toccati ed assimilati con le proprie sensazioni .... poi c'è l'onnipresente piscina dove si possono fare tanti giochi di travasi di acqua e si può spegnere il fuoco (finto) vestendosi da pompiere e salendo anche sul camion riprodotto davanti alla piscina.

Quando siamo andati a visitare il museo abbiamo trovato anche una finta motrice di Trenitalia dove si poteva comandare un trenino e seguire il suo percorso sui binari situati in alto.

Poi nel secondo piano ci sono tante attività che cambiano con il passare del tempo, noi abbiamo trovato interessante la bilancia con i suoi pesi  e le sue misure, ci è piaciuto osservare come gli animali vedono attraverso i loro occhi: la vista "felina" del gatto , la notte che sembra giorno attraverso gli occhi del gufo etc ... ci siamo divertiti a giocare con gli specchi e poi abbiamo lasciato i bimbi correre e vivere la loro esperienza.

Bisogna prenotare la visita, ci sono orari prestabiliti per permettere una agevole visita del museo ed è obbligatoria la prenotazione il sabato e la domenica, negli altri giorni consigliata.

L'ingresso 0-12 mesi è gratuito, 12-36 mesi si paga 5 euro e c'è uno spazio al secondo piano proprio dedicato, per gli altri 8 euro anche per gli adulti che accompagnano i bambini. Controllare sul sito se avete la possibilità di uno sconto del 10% presentando varie card tipo Feltrinelli etc... La visita -  a parte i laboratori  che si possono prenotare -  è libera senza alcuna guida, potete trovare solo degli assistenti che possono darvi indicazioni o consigliare come sfruttare al meglio una attività presente.
Per chi passa a Roma e ha qualche ora da dedicare alla visita al museo lo consiglio vivamente, gli adulti si riposano  e i bimbi si divertono. Si trova vicino alla stazione metropolitana Flaminio quindi al centro di Roma dopo Piazza di Spagna.

Per ulteriori informazioni potete visitare il sito

Buona visita.

Commenti

COMMENTI SUL BLOG

Commentando nel sito autorizzi GOOGLE e terze parti a processare i loro servizi in relazione ai commenti sul blog (leggi la Cookie Policy per i dettagli)